Colt, Alberto Monterosso: Il lavoro agile libera talento e risorse

La pressione competitiva e la spinta all’efficienza hanno ridimensionato i team di lavoro e la struttura delle organizzazioni, disarticolando la posizione geografica delle persone e funzione aziendale.In questa prospettiva, come sono fatti gli uffici conta sempre meno, conta invece come si permette ai lavoratori di avere accesso alle informazioni di cui hanno bisogno. In Italia, dove la normativa del lavoro è molto delicata e complessa, le nuove forme di smart working avranno un impatto positivo anche sul livello del dibattito.Adattarsi a questi cambiamenti, può rivelarsi particolarmente complicato. Bisogna cambiare il modo di operare per adattarsi velocemente ai mutamenti. L’azienda estende i propri confini oltre lo spazio fisico, i dipendenti si trovano distribuiti sul territorio, lavorano da casa, necessitano di condividere informazioni e documenti. Il lavoro agile permette di razionalizzare le risorse, ma libera il talento delle persone. «La rivoluzione copernicana di Colt, parte dal desktop virtuale cablato e l’abbattimento dei silos territoriali, passa attraverso l’usabilità delle applicazioni e il coinvolgimento delle persone» – spiega Alberto Monterosso, Marketing Manager Divisione Voice Services di Colt.  «In questa tavola rotonda, abbiamo discusso diversi casi reali di lavoro intelligente. In Colt abbiamo una straordinaria esperienza di uso interno di strumenti di collaborazione. Abbiamo oltre cinquemila dipendenti distribuiti in tre continenti che hanno bisogno di collaborare su una base costante a causa di una organizzazione funzionale centralizzata. La nostra soluzione interna si basa su due pilastri principali: desktop virtuali e, soprattutto, servizi di Unified Communication & collaboration. Sulla base della nostra esperienza interna di dieci anni, abbiamo deciso di offrire i nostri servizi a clienti esterni, optando per un’architettura che privilegia la qualità della voce, che è di importanza fondamentale per qualsiasi riunione. Inoltre, facendo leva sulla nostra rete internazionale forniamo numeri di accesso locali in ogni paese, compresi i numeri verdi per fornire il massimo livello di flessibilità».Find more @ http://www.datamanager.it/2015/04/smart-working-le-priorita-dei-cio/

(4205)

About The Author
-