Cisco, dalla collaboration person-to-person a quella machine-to-person

La cultura di un’organizzazione è il fattore determinante di cambiamento anche quando parliamo di smart working.

«Stiamo aiutando le aziende del Made in Italy a crescere e a essere più competitive. Occorre liberare risorse di tutti i tipi, quelle economiche certo, ma soprattutto il valore delle persone, oggi bloccato da un modo di lavorare completamente superato» – spiega Michele Dalmazzoni, Collaboration & Smart Industries Leader di Cisco Italy. «Si tratta di cambiamenti complessi che richiedono tempo e che devono cogliere le occasioni giuste per fare passi avanti. Come la costruzione di una nuova sede o il rifacimento di un building esistente. L’unico approccio in grado di funzionare è quello interdisciplinare tra le diverse divisioni aziendali. La leadership deve essere esercitata attivamente dal top management, ma esiste anche una spinta dal basso, generazionale, sempre più forte, che è quella dei Millennials che entrano nel mondo del lavoro e lo stanno trasformando profondamente».

Find more @ http://www.datamanager.it/2017/03/collaboration-lavoro-smart-verso-lindustry-4-0/

(4529)

About The Author
-