Talend, agilità e integrazione a 360 gradi

Essere data-driven è la prima ambizione del business nell’era della trasformazione digitale.Talend semplifica al massimo l’indispensabile lavoro di integrazione di ogni tipologia e volume di informazione, azzerando i costi nascosti

Le aziende stanno facendo leva sull’agilità e la velocità del cloud per la loro strategia di valorizzazione dei dati. «Specie per chi ha problemi di pronta accessibilità ai dati, una piattaforma cloud oggi può essere risolutiva, senza comportare problematiche infrastrutturali» – mette in evidenza Antongiulio Donà, vice president sales Italia di Talend. Oggettivamente, sono meno numerose le situazioni in cui il dato stesso diventa fattore di cambiamento, anche a livello di modelli di business. Ma il valore dei dati aumenta per tutti: a patto di poterli utilizzare.
Talend è il partner più indicato per i progetti di integrazione che le aziende devono affrontare per massimizzare il valore delle loro informazioni. «Nasciamo come impresa nativamente open source – sottolinea Donà – aperta alle iniziative Big data più innovative». Qual è il compito di questa piattaforma? «L’integrazione a tutto tondo» – risponde Donà. I nostri tool consentono di accedere a qualsiasi sorgente dati, che una volta acquisiti vengono “ripuliti”, messi in qualità, uniformati in base ai parametri definiti dal cliente e dalle best practice citate in letteratura. E successivamente messi a disposizione di chiunque debba accedervi, a ogni livello, anche in situazioni multi-cloud». Capacità queste, aggiunge Donà, che tutti gli analisti di mercato riconoscono a Talend, un brand stabilmente collocato tra i leader di un segmento in forte crescita.

Find more @ http://www.datamanager.it/2018/06/come-affrontare-la-complessita-in-un-mondo-sempre-piu-multicloud/

(2133)

About The Author
-