Videointervista ad Andrea Cardillo, Direttore della Divisione Cloud & Enterprise di Microsoft

Microsoft offre tutte le tre tipologie di servizi cloud. In SaaS applicazioni come la posta, Excel, Powerpoint e tutta la suite di Office 365, senza avere nulla installato sul proprio dispositivo ma con tutte le funzioni abilitate; oppure servizi come il CRM, l’automazione della forza vendita, con avanzate funzioni analitiche. A livello IaaS, Azure offre storage e macchine virtuali in ambiente non solo Microsoft: da Linux (e in futuro con Windows 10 persino iOs), fino ai Cms open e i database Oracle SAP e IBM. Infine in modalità PaaS offriamo la piattaforma di sviluppo e app già pronte per essere integrate dalle aziende, per ottimizzare costi, massimizzare la sicurezza e rispettare il time to market.La strategia di adozione è assolutamente ibrida, il cliente e la pubblica amministrazione utilizzano i servizi del proprio data center o quelli in hosting privato o anche su Microsoft Azure, decidendo – anche grazie all’affiancamento dei nostri partner sul territorio – che cosa implementare in cloud, e quando.Find morer @ http://www.datamanager.it/2015/06/crescere-fuori-dalla-comfort-zone/

(924)

About The Author
-